mercoledì 19 febbraio 2020

Una resistenza al Podestà di Bordighera

Fivizzano
Mario Mariani nasce il 18 novembre 1897 a Fivizzano, provincia di Massa-Carrara, da Gaetano e Italia Giannette. 

Emigra con la famiglia a Bordighera (IM) nel 1907. 


Partecipa alla prima guerra mondiale nel 23° Regg. Fanteria, ma diserta e viene condannato a 2 anni di reclusione militare con il beneficio della sospensione condizionale per cinque anni. 

Espatriato in Francia nel 1922, risiede a Montecarlo e a Nizza (Alpes Maritimes). 

È iscritto in Rubrica di frontiera e nel Bollettino delle ricerche per il provvedimento di arresto

I vigili urbani di Bordighera (IM) negli anni 1930
 
Nel 1933 è condannato a 6 mesi di reclusione per resistenza al Podestà di Bordighera (IM) e per resistenza ai vigili urbani nell'esercizio delle loro funzioni. 

In Spagna da data imprecisata, è autista alle dipendenze della Società che gestisce la linea pubblica Hospitalet-Parallelo di Barcellona. 

Iscritto al Gruppo Battistelli di Giustizia e Libertà a Barcellona (tessera 171, pagata 25 pesetas), allo scoppio della guerra civile spagnola si arruola nella 142° Brigata come sergente.

L'8 dicembre 1936 passa alla Colonna   Ascaso (Colonna   italiana   "Rosselli").
Quindi è nella 26° Divisione, nella 120° Brigata mista con il 1° Battaglione Matteotti. 

Internato ad Argelès e a Gurs (gruppo italiano, 9° compagnia), in seguito combatte come volontario nell'esercito francese e partecipa alla Résistance insieme a Alfredo Bonsignori e Duilio Balduini.

 Istituto Gramsci Grosseto